Estate col piede giusto: La cura quotidiana dei piedi

Estate col piede giusto: La cura quotidiana dei piedi

Prendersi cura dei piedi

I piedi sono una parte molto importante del nostro corpo. Sono le estremità a contatto col terreno, sono le nostre radici, sostengono il peso del corpo e dimostrano la nostra stabilità. Nonostante ciò, spesso si tende a trascurare la salute dei piedi, ricordandosi di prendersene cura solo dopo l’insorgenza di dolori e fastidiose patologie. Non è raro che i piedi siano colpiti da spiacevoli problemi, come ad esempio calli, unghia incarnita o onicomicosi. Per far fronte a queste patologie, è importante conoscere il problema e adottare alcuni accorgimenti nel nostro stile di vita che aiutino a prevenirle.

L'onicomicosi è un disturbo legato alle unghie, scatenato da microorganismi chiamati miceti: questi funghi, muffe o lieviti scatenano l'infezione, che può rimanere circoscritta in un'unica unghia, o può intaccare anche le altre. In genere, l’infezione inizia dal bordo o sui margini laterali dell’unghia, ma può interessare anche la radice. Inoltre, può colpire sia la lamina (la superficie) sia il letto (la parte a contatto con la pelle). Nel dettaglio, il colore dell’unghia tende a cambiare, diventando roseo o prendendo un tono opaco, biancastro o grigio-giallastro. Inoltre, la superficie dell’unghia diventa fragile e irregolare e tende a sfaldarsi, ma può anche ispessirsi e deformarsi. Infatti, una volta penetrato nell’unghia, il fungo si nutre di cheratina, la proteina che costituisce unghie e pelle, andando così a modificare l’aspetto dell’unghia. Infine, è bene sapere che il fungo può contaminare anche calze e scarpe e infettare quindi anche altre parti del piede sane. A provocare lo sviluppo dei funghi sono alcune condizioni favorevoli come un ambiente caldo umido. 

Questo rischio si accentua se si indossano le scarpe per molto tempo durante la giornata, soprattutto se chiuse, calde o troppo strette, impedendo la traspirazione e non assorbendo il sudore. Non superfluo è l'utilizzo di additivi disinfettanti nel bucato, spray adeguati per l'interno delle calzature e detergenti per il corpo contenenti principi antibatterici naturali come gli estratti di Timo e di Salvia (Saugella attiva).

 

A volte il problema viene sottovalutato, si pensa a un piccolo trauma o a una macchia senza particolari cause, anche perché non si avverte dolore. Invece, a uno stadio avanzato, l’onicomicosi può provocare sensazione di fastidio e dolore, che si acuiscono se non si procede con il trattamento. In particolare l’infezione può peggiorare ed estendersi a tutta l’unghia e quelle vicine, comportandone il distaccamento. Infatti la micosi delle unghie è contagiosa e non si risolve spontaneamente. Quindi il trattamento tempestivo è fondamentale, anche perché i tempi di rigenerazione dell’unghia sono piuttosto lunghi (dai 9 ai 12 mesi). La durata del trattamento è strettamente legata ai tempi di ricrescita dell’unghia.

L’onicomicosi si cura con i farmaci antimicotici locali, che contengono principi attivi in grado di eliminare il fungo. Questi principi attivi sono ad esempio l'Amorolfina e il Tioconazolo, contenuti rispettivamente nei prodotti Schollmed onicomicosi e Trosyd Soluzione Ungueale è un farmaco antimicotico che penetra l’unghia in profondità, creando un ambiente ostile alla proliferazione delle micosi.                       

Il Tioconazolo è un principio attivo ad ampio spettro d’azione che garantisce l’attività terapeutica del farmaco sia nei confronti di lieviti e funghi, sia nei confronti dei batteri Gram-positivi. Schollmed onicomicosi svolge un’azione fungistatica (inibisce la crescita del fungo) e fungicida (distrugge il fungo). Affinchè venga Esplicata correttamente la funzione di entrambi i prodotti, occorre:

  • Lavare, asciugare l’unghia infetta e limarla con l'apposita lima in dotazione, se presente.
  • Applicare il farmaco in modo uniforme su tutta la superficie dell’unghia e nella zona circostante, utilizzando l’apposito pennellino/spatola.
  • Ripetere l’applicazione 2 volte al giorno, mattina e sera con Trosyd soluzione ungueale o 1 volta alla settimana con Schollmed
  • Lasciar asciugare per 5 minuti. Il prodotto lascerà sull’unghia una pellicola trasparente e oleosa che facilita la deposizione del medicinale sull’unghia.


ll trattamento andrebbe effettuato fino alla totale rigenerazione dell’unghia. Per rendere questi  farmaci più efficaci e più rapidi nello svolgere la loro azione consigliamo di assumere PROTEZIONE+IMMUNO ( per potenziare le difese immunutarie dell' organismo)


e suggeriamo di aiutare l'unghia a sintetizzare la nuova cheratina assumendo  TRICOSTAR+FORTE .

 

Francesco C. ,Francesca P.,Graziella A., Eleonora B.



Più Medical Parafarmacia, un marchio registrato da G.S.M. Srl | Powered by Marketing Informatico