Febbre: cos'è, come misurarla e come abbassarla

Febbre: cos'è, come misurarla e come abbassarla

Tutto quello che dovresti sapere sulla febbre

Spesso la febbre è considerata una malattia, quando invece è solo un sintomo, un segnale di difesa dell’organismo, che va attentamente osservato. La temperatura corporea, infatti, aumenta in modo improvviso per cause differenti, la maggior parte delle quali innocue. Ci sono però sono delle situazioni cliniche in cui in caso di febbre molto alta o di sintomatologie associate, è bene contattare il medico di base, la guardia medica, il pediatra o affidarsi al pronto soccorso.

Grande attenzione va riservata ai bambini e ai neonati, perché temperature troppo alte potrebbero non essere tollerate dal loro organismo e causare conseguenze anche fatali. Stessa cosa per le persone anziane o affette da patologie.

Scopriamo, allora, cos'è la febbre, quando si manifesta, come misurarla, quali sono gli errori più comuni che commettiamo nella misurazione e cosa fare quando supera i 38°C.

Papà misura la febbre a sua figlia toccando la fronte

Cos'è la febbre e perché la temperatura del corpo aumenta

Come abbiamo detto in precedenza la febbre è un sintomo che si manifesta con un improvviso aumento della temperatura corporea e fluttuazioni, anche molto diverse tra loro, durante l'arco della giornata. Se queste variazioni sono fisiologiche e dipendono dal metabolismo dell'organismo umano, diversa è la situazione quando la temperatura aumenta in modo improvviso e anomalo, rimanendo più alta del normale per più ore o per più giorni.

Le cause della febbre possono essere diverse:

  • infezioni virali o batteriche
  • malattie infiammatorie
  • colpi di calore
  • somministrazione di vaccini
  • assunzione di particolari farmaci
  • interventi chirurgici

La febbre si può presentare non solo con un semplice aumento della temperatura, ma, a seconda della causa scatenante, può essere accompagnata da mal di testa, dolori muscolari, brividi, sudorazione, mal di testa, disidratazione, stanchezza. Quando la febbre raggiunge gradi molto elevati si possono anche notare stato di confusione, allucinazioni e persino convulsioni. Altri sintomi correlati sono il mal di gola, la nausea, il vomito, linfonodi gonfi, difficoltà respiratorie, rash cutanei, inappetenza, dolori addominali, senso di oppressione al torace e persino perdita di coscienza.

A cosa serve la febbre

La febbre è una risposta dell'organismo a possibili minacce di agenti patogeni, in caso di attacco di virus e batteri. È il segnale che le difese immunitarie sono attive e stanno difendendo organi e tessuti da un attacco potenzialmente dannoso. La maggior parte degli agenti patogeni, infatti, viene indebolito da temperature superiori a 36°C - 37°C corporei e ucciso a una temperatura prossima ai 40°C. Abbassare la febbre attraverso farmaci antipiretici, di conseguenza, è un'azione da valutare caso per caso.

ragazza con febbre sul divano

Come misurare la febbre

Per conoscere la temperatura corporea, si può ricorrere all'uso di termometri. Ne esistono di diversi modelli e tutti molto affidabili: la scelta dipende soprattutto dall'età del paziente che necessita della misurazione. I termometri di ultima generazione forniscono un risultato altamente sicuro, con un grado di precisione di ± 0,1°C. Bisogna però sottolineare che la temperatura corporea varia a seconda della parte del corpo in cui viene rilevata e dal tempo di misurazione.

  • Misurazione rettale: è il modo più affidabile di ottenere un valore della temperatura interna. Ottenere risultati variabili con questo tipo di misurazione è una possibilità bassa, mentre la precisione è particolarmente elevata. L'intervallo della temperatura normale è approssimativamente tra 36,6 °C e 38,0 °C.
  • Misurazione vaginale: rispetto alla temperatura rettale la rilevazione può fornire un risultato più basso di circa 0,1°C-0,3°C rispetto ad altre parti del corpo.
  • Misurazione orale: può essere rilevata nella parte interna della guancia o sotto la lingua. Il valore ottenuto può essere più basso fino a 1°C rispetto alla temperatura rettale.
  • Misurazione ascellare: quella più comune (lo stesso metodo è utilizzabile per prendere la temperatura all'inguine). Il termometro va posizionato sotto l'ascella, tenendolo ben aderente al corpo. La misurazione può essere influenzata molto dalla temperatura esterna. Nei pazienti adulti, la temperatura di una misurazione ascellare è inferiore a quella di una misurazione rettale fino a 1,9 °C.
  • Misurazione auricolare: con un sensore si rileva la temperatura del timpano in tempi veloci, è il metodo ideale con i bambini perché pratico e rapido. Il livello di precisione è di solito molto alto.
  • Misurazione frontale: anche in questo caso è un sistema comodo per i bambini e per rilevare in modo istantaneo la temperatura corporea, senza attendere troppo. Il termometro, in questo caso, è dotato di un sensore a infrarossi, in grado di dare un risultato che tiene conto anche della temperatura ambientale.

donna prova la febbre con termometro frontale

Quale termometro è più preciso per la misurazione della febbre?

Fino a un decennio fa il termometro più utilizzato era dotato di mercurio, un metallo inserito in un tubicino graduato che al rialzo della temperatura si espandeva fino a indicare la temperatura corporea. I termometri con il mercurio sono stati banditi nel 2009 con un Decreto Ministeriale per l'elevata tossicità e impatto ambientale, e per misurare la febbre si possono trovare in commercio strumenti altrettanto precisi, pratici, sicuri e veloci:

  • Termometri digitali, dispositivi elettronici molto affidabili, che avvisano con un segnale acustico quando la temperatura è stata rilevata e può essere visualizzata sul display. Si usano per la misurazione rettale, orale e ascellare. Il termometro digitale Più Medical Termo+Basic Mt-33 è l'ideale per chi cerca uno strumento flessibile, altamente preciso, semplice da usare, dal risultato immediato.

Termo+ Basic Mt-33 Termometro Digitale

  • Termometri a raggi infrarossi, tramite le radiazioni IR emesse dal corpo in 10 secondi forniscono una misurazione perfetta. Si usano sulla fronte o nel padiglione auricolare. Termo+ Termometro Frontale a infrarossi Det-306 è concepito per la misurazione sia della temperatura corporea sia degli oggetti: un dispositivo medico facile da usare e veloce, che salva automaticamente i valori, così da poterli consultare anche successivamente e monitorare le oscillazioni.

Termo+ Termometro Frontale a infrarossi Det-306

Come misurare la temperatura corporea correttamente?

Fondamentale, oltre alla scelta del termometro più adatto, è anche leggere attentamente le istruzioni d'uso, così da essere certi di aver fatto una rilevazione corretta della temperatura corporea.

Prima della misurazione, qualunque termometro si scelga, è importante lavarsi bene le mani e igienizzare bene lo strumento con acqua e sapone o con alcol, risciacquare e asciugare. Operazione da eseguire anche dopo l'utilizzo e prima di riporlo. Il sistema di utilizzo è diverso a seconda del tipo di misurazione e di termometro:

  • Misurazione orale: posizionare il termometro sotto la lingua, chiudere le labbra e respirare dalle narici. Per la rilevazione sono necessari circa 3 minuti.
  • Misurazione rettale: solitamente è indicata sotto i 3 anni di età e su pazienti anziani. Per limitare il fastidio è indicato ungere la base del termometro con dell'olio di vaselina e inserire delicatamente lo strumento di misurazione. Per la rilevazione sono necessari circa 3 minuti.
  • Misurazione ascellare: posizionare la punta del termometro nell'incavo del braccio, a contatto con la pelle asciutta, e trattenere l'arto premuto contro il corpo. Per la rilevazione sono necessari circa 5 minuti.
  • Misurazione inguinale: la procedura è la stessa della misurazione ascellare, con gli stessi accorgimenti, solo che il termometro va posizionato nell'inguine e mantenuto fermo dalla pressione della gamba.
  • Misurazione timpanica: per rilevare correttamente la temperatura nell'orecchio sono necessari alcuni accorgimenti in più. Il termometro deve essere inserito nell'orecchio pulito, perché in caso di tappi di cerume potrebbe dare risultati poco attendibili. Non bisogna spingere dentro lo strumento di rilevazione, ma appoggiarlo delicatamente all'ingresso del padiglione auricolare e mantenerlo fermo con le dita.

Dove si misura la febbre, a destra o a sinistra del corpo?

È irrilevante effettuare la misurazione ascellare o timpanica a destra o a sinistra. L'importante è rilevarla sempre dalla stessa parte, perché potrebbero esserci variazioni non indifferenti.

L’informazione in Più: misurare la febbre con il cellulare

Lo sapevi? Se si è fuori casa e non si ha a disposizione un termometro, si può usare anche lo smartphone per misurare la temperatura, tramite app gratuite pensate per Android e iOS per misurare la febbre: la precisione non è altissima, ma sono strumenti che possono dare indicazioni di massima quando c'è la necessità di controllare la temperatura corporea ma non si ha a disposizione un termometro.

misurazione febbre con smartphone

Errori più comuni quando si misura la febbre

Ci sono degli errori che potremmo commettere e che potrebbero compromettere la rilevazione della temperatura del corpo. Ecco cosa devi sapere:

  • Mai misurare la febbre subito dopo aver fatto sport: bisogna attendere almeno un'ora dal termine dell'attività fisica.
  • Se sei appena uscito/a da un bagno o una doccia calda, così come da un impianto termale o sei rimasto/a in macchina sotto al sole, è consigliabile attendere che il corpo si raffreddi prima di rilevare la temperatura.
  • Evitare di misurare la febbre se hai fumato, mangiato o bevuto qualcosa di caldo o di freddo: attendere almeno mezz'ora.
  • Utilizza il termometro in ambiente asciutto e fresco, non vicino al camino o a termosifoni e climatizzatori accesi.

A quale temperatura si considera febbre?

La temperatura corporea considerata “normale” varia da persona e persona, anche a seconda dell'età. Solitamente è compresa tra i 36°C e i 37,2°C. Si considera febbre quando la rilevazione supera la soglia fisiologica individuale e, indicativamente, quando la temperatura aumenta al di sopra dei valori normali, cioè oltre i 37,2-37,5°C.

La febbre si classifica a seconda dei gradi rilevati con il termometro. A quale temperatura si inizia ad avere la febbre*? Ecco cosa devi sapere:

  • Se non supera i 38°C è febbricola
  • Se è compresa tra 38 e 38,5°C è febbre lieve
  • Se è compresa tra i 38,5°C e i 39°C è febbre moderata
  • Se è compresa tra 39 e 39,5°C è febbre elevata
  • Sopra i 39,5° è iperpiressi

Inoltre, la febbre può essere continua (le variazioni di temperatura sono inferiori al grado e la febbre è persistente), remittente (almeno due variazioni sono superiori al grado e non tornano ai valori basali), intermittente (quando sale e scende, tornando normale al mattino), ricorrente (con episodi febbrili che capitano spesso e alternano periodi più o meno lunghi di febbre a periodi più o meno lunghi di temperatura normale).

Donna controlla il risultato della febbre sul termometro

Quando prendere farmaci in caso di febbre

La febbre nella maggior parte dei casi scompare spontaneamente con il risposo e l'assunzione di molti liquidi. I farmaci antipiretici vanno assunti quando la temperatura è molto alta o gli stati febbrili sono ricorrenti e comportano spossatezza e dolori muscolari e articolari. In questi casi è utile ricorrere a farmaci specifici contenenti paracetamolo: come Tachifludec, usato in caso di raffreddore, influenza e febbre lieve e moderata. Da utilizzare sopra i 12 anni secondo le indicazioni riportate sul foglietto illustrativo o farmaci anti-infiammatori non steroidei, come ibuprofene e acido acetilsalicilico.

Gli antibiotici, invece, vanno assunti solo dopo prescrizione medica e solo quando è presente un'infezione batterica.

Tachifludec Adulti Polvere Per Soluzione Orale Arancia 10 Bustine

Come far scendere naturalmente la febbre

In caso di febbre lieve o durante l'assunzione di antipiretici, è bene tenere presente alcuni rimedi naturali che possono aiutare ad abbassare la febbre e ad affrontare meglio i sintomi correlati:

  • reintegra i liquidi persi bevendo molta acqua
  • assumi integratori alimentari per contrastare gli stati di stanchezza e affaticamento, dolori muscolari e cali energetici causati dalla febbre, come Carnidyn Plus 
  • bevi tisane a base di menta, tiglio, sambuco
  • resta a riposo
  • mangia cibi leggeri in piccole quantità e spesso durante il giorno e prediligi frutta e verdura di stagione
  • evita alimenti ricchi di zucchero, alcolici e bevande contenenti teina o caffeina

Carnidyn Plus Integratore Alimentare per Stanchezza 20 Bustine da 5 G

Quando preoccuparsi e chiamare il medico in caso di febbre

La febbre, essendo un meccanismo di difesa fisiologico dell'organismo umano, non è pericolosa, a meno che non sia troppo alta. Se supera i 40°C o se è sopra i 38°C, ma non si abbassa nonostante farmaci prescritti è bene contattare il proprio medico di base. Maggiore attenzione va riservata a bambini, neonati, anziani soprattutto con patologie, e in caso di sintomi associati che possano destare preoccupazione o apparire anomali. In questo caso, è consigliato recarsi al pronto soccorso.

Hai ancora dubbi sulla febbre e hai bisogno di un consiglio? Contatta i nostri farmacisti. Clicca qui e trova il punto vendita Più Medical più vicino a te! 

*Fonte: Istituto Superiore di Sanità 

 



Più Medical Parafarmacia, un marchio registrato da G.S.M. Srl | Powered by Marketing Informatico