Solari per bambini: come proteggere dal sole la pelle delicata dei bambini? Quali prodotti consiglia Il Farmacista?

Solari per bambini: come proteggere dal sole la pelle delicata dei bambini? Quali prodotti consiglia Il Farmacista?

A differenza di quella degli adulti, la pelle dei neonati, ma anche quella dei bambini, non ha ancora sviluppato in maniera adeguata le difese dalle radiazioni ultraviolette (UV). Per questo, soprattutto con l’arrivo dell’ estate è fondamentale proteggere la pelle dei più piccoli ed è indispensabile evitare episodi di scottature solari. I bambini sono a maggior rischio rispetto agli adulti per i danni indotti dal sole per due motivi principali: hanno un’epidermide molto più sottile e i recettori termici responsabili della percezione del calore non sono ancora del tutto maturi. I fattori di peculiarità della cute del neonato sono: minore spessore e maggiore permeabilità, Ph neutro o debolmente acido, elevato rapporto superficie corporea/peso, secrezione sebacea importante solo sino alla quarta settimana di vita.

La funzione della barriera cutanea nel bimbo, come nell’adulto, è legata alle caratteristiche dello strato corneo e del film idrolipidico. Il ridotto spessore dello strato corneo costituisce il motivo di una documentata permeabilità alle sostanze estranee, comprese anche quelle costituenti le preparazioni cosmetiche. Queste caratteristiche indicano che la funzione barriera della cute è minore, dunque la pelle del bambino è più soggetta a disidratazione e secchezza. La differenza tra i prodotti per bambini e per adulti si ha principalmente nei cosmetici destinati al bimbo nei suoi primi 3 anni di vita, periodo in cui la pelle e gli stili di vita del bambino hanno le maggiori differenze rispetto a quelle degli adulti. Questa fascia di età è anche quella maggiormente tutelata dal legislatore per quanto riguarda la scelta degli ingredienti e la sicurezza d’uso dei prodotti. Fino ai sei anni di età è opportuno scegliere un fattore di protezione molto alto, SPF 50+, dal momento che le scottature in età pediatrica sono particolarmente dannose. Queste infatti, potrebbero aumentare il rischio di conseguenze dermatologiche anche molto serie da adulti.

Per bambini più grandicelli è possibile scegliere una fascia di protezione inferiore, ma non è prudente scendere mai sotto un valore di SPF30.

Per i bambini è sempre utile scegliere un protettivo solare resistente o molto resistente all’acqua, ricordando che, in entrambi i casi, questa indicazione non significa che il prodotto sia impermeabile.

Questa dicitura certifica che il prodotto è stato testato per resistere all’acqua. Ciò significa che mantiene in parte la sua capacità protettiva (almeno il 50% del valore di SPF) anche dopo un’immersione prolungata in acqua. Se resiste 40 minuti il prodotto è definito “resistente all’acqua”, se arriva a 80 minuti è “molto resistente all’acqua”.

Una protezione solare per bambini, oltre a efficace, deve anche essere pratica da usare e quindi facile da distribuire e non essere appiccicosa per evitare che la sabbia si attacchi. La formulazione può infatti essere studiata per rimanere abbastanza a lungo sulla pelle dove i filtri devono “funzionare” e poi essere testata anti-sabbia per verificare che appunto la sabbia non venga trattenuta.

I prodotti solari per bambini devono essere: con alta protezione, con filtri chimici e fisici, applicati 30 minuti prima di esporre il bambino al sole, applicati anche su orecchie, naso e labbra, riapplicati ogni 2 ore e dopo il bagno, usati anche sulla pelle abbronzata. I prodotti solari per bambini devono tenere conto del giusto livello di protezione e del rischio di allergie, per questo motivo è preferibile che non contengano profumo o coloranti ed è auspicabile che siano quanto più possibile resistenti all’acqua e alla sabbia. Uguale attenzione deve essere posta all’utilizzo dell’etanolo nei prodotti per bambini.

Molto validi sono i prodotti Mustela, ideali per la pelle più sensibile assicurando massima protezione dai raggi UVA e UVB:

  • Mustela Latte Solare Spray Per Tutta la Famiglia SPF 50+ (200 ml) è indicato per la protezione della pelle delicata di bambini e neonati, con Estratto di Olio di Avocado rafforza la barriera cutanea rendendola più idratata e morbida. Per te insieme in omaggio un telo mare in cotone 100%

  • Mustela Solare Latte Protezione Solare 50+ da 100 Ml + Doposole 125 Ml Il nuovo sistema di filtri organo-minerali assicura una protezione molto alta contro i raggi UVB (indice SPF 50+) e UVA adatta a tutti i tipi di pelle di neonati, bambini e adulti. Nel pack, con solo 1 euro in più per te il latte doposole Mustela che idrata lenisce e rinfresca la pelle di tutta la famiglia dopo l’esposizione al sole, utilizzabile fin dalla nascita.La sua formula che associa Burro di Karité e Olio di Avocado biologico idrata lenisce e apporta una sensazione immediata di freschezza sulla pelle arrossata dal sole.

In alternativa si consigliano i prodotti Bionike testati anti-sabbia e resistenti all’acqua:

  • Defence Sun Latte Doposole Idratante (200 ml) essenziale dopo l’esposizione, con proprietà lenitive ed ingredienti specifici per la pelle dei neonati e bambini, dona sollievo idratando e riparando la cute arrossata.

Si consiglia di controllare sempre la data di scadenza dei solari e il PAO, che indica il periodo entro il quale il prodotto va usato dopo l’apertura. Nel caso in cui questo periodo sia trascorso, il solare non va applicato perché non garantirebbe alcuna efficacia. I filtri solari sono delle molecole che fanno un gran lavoro, sono però tra le poche molecole cosmetiche che possono essere assorbite dalla nostra pelle e andare in minima parte in circolo sanguigno. Con i bambini che sono più piccoli, quindi hanno un rapporto superficie corporea/peso a sfavore, bisogna cercare di limitare. È sempre una questione di rischi benefici, si protegge la cute in caso di esposizione solare graduale e controllata con buon senso per evitare eritemi e scottature, spiacevoli a breve e lungo termine.

L’informazione in più.

Differenza tra filtri chimici e fisici.

I filtri fisici, anche detti inorganici, hanno proprietà schermanti. Si tratta di sostanze che, grazie alla loro opacità, oppongono un vero e proprio schermo alle radiazioni UV. Sono formati da piccole particelle minerali in grado di riflettere i raggi solari, per cui questi non possono più raggiungere la cute. A differenza dei filtri solari chimici, non trattengono il calore né penetrano nella pelle. Sono in grado di respingere sia le frequenze UVA che quelle UVB. In pratica sono come degli specchi e ci proteggono dalle radiazioni dannose tramite un meccanismo di riflessione/diffusione. Le radiazioni solari vengono riflesse o diffuse e non assorbite dalla superficie cutanea. Non provocano quindi surriscaldamento della pelle anzi la proteggono efficacemente. Rispetto ai filtri chimici hanno un potere allergizzante minore. Nella maggior parte dei casi si tratta di filtri solari naturali perfetti quindi per il tuo bambino.

 

 

I farmacisti della Parafarmacia di Monza 

 

Dott.ssa Domenica C., Dott. Mario V., Dott.ssa Claudia M. 

 

 



Più Medical Parafarmacia, un marchio registrato da G.S.M. Srl | Powered by Marketing Informatico